carnevale di burano e venezia

Il Carnevale

E' opinione assai comune che il Carnevale sia nato come una sorta di "saluto alla carne" (dal lat. "carnem levare") prima del periodo quaresimale basato sulla penitenza.

Esso deriva dai "Saturnalia", feste pagane in cui si seppelliva il Re dei Saturnali (il carnevale) dopo un periodo di festeggiamenti e allegria.

Molto amato e praticato dal periodo rinascimentale in poi, il Carnevale assunse caratteristiche diverse a seconda del territorio, dando origine a cortei di festeggiamenti, ai famosi "canti carnascialeschi" fiorentini, alla "corsa dei Berberi " e alle "gare dei Moccoletti" a Roma, nonchè al più prestigioso e ben noto "Carnevale di Venezia".

Il Carnevale di Burano

Solo alla fine degli anni sessanta il Carnevale di Burano ("lo Carneval de Buran") ha assunto una certa notorietà e rinomanza. Frasi come "bastava uscir de casa, la sera, par divertirse con le maschere dai costumi più strani ed improvvisai, par ballar a son de musica in Piassa Galuppi e par ciapàr mesanotte còlle stiocche" (bastava uscire di casa, la sera, per divertirsi con le maschere dai costumi più strani ed improvvisati, per ballare a suon di musica in Piazza Galuppi e arrivare a mezzanotte distrutti), delineano il suo carattere spontaneo ed improvvisato, dando un'immagine significativa dello spirito e del gusto isolano.

Programma Carnevale di Burano 2017

Sull'isola di Burano, il Carnevale è un evento molto atteso e sentito. Nel pomeriggio vengono organizzate delle feste soprattutto per i bambini. Di sera, invece, vengono organizzate le tradizionali sfilate dei Carri Allegorici, accompagnate da tanta musica e festa in Piazza, il tutto organizzato e finanziato dagli abitanti e dalle varie associazioni dell'isola.

Qui il Carnevale è molto più "isolano", ma il divertimento è assicurato!

Vi consigliamo vivamente di partecipare alle Feste in Piazza in programma dalle ore 20.00 di Sabato 25 Febbraio e Martedì "Grasso" 28 Febbraio 2017.

I collegamenti ACTV da Burano per Venezia, Murano e Treporti sono garantiti per tutta la serata e la notte.

Giovedì Grasso 23 Febbraio 2017
ore 15.00
Musica in Piazza (a cura della Polisportiva e del Centro Musica Burano).
ore 15.30
Sfilata dei bambini in maschera per le vie dell'isola, con partenza dalla Piazza Galuppi.
ore 21.00
Musica in palestra delle ex scuole medie con Dj Aldo.
Sabato 25 Febbraio 2017
ore 18.00
Spettacolo delle Majorette.
ore 20.00
Apertura del Carnevale di Burano.
ore 20.30
Prima uscita della Sfilata dei Carri Allegorici lungo Via Galuppi.
ore 21.00
Musica ed intrattenimento in Piazza Galuppi con Max & The Seventh Sound.
ore 22.00
Premiazione dei carri allegorici e dei gruppi mascherati.
Domenica 26 Febbraio 2017
ore 15.00
Musica ed intrattenimento in Piazza con Alejandro Latino Project.
ore 15.30
Seconda uscita dei Carri Allegorici in Piazza Galuppi.
ore 18.00
Chiusura della festa della Domenica di Carnevale.
Martedì Grasso 18 Febbraio 2017
ore 15.00
Musica in Piazza (a cura della Polisportiva e del Centro Musica Burano).
ore 15.30
Sfilata dei bambini in maschera per le vie dell'isola, con partenza dalla Piazza Galuppi.
ore 20.30
Terza uscita della Sfilata dei Carri Allegorici lungo Via Galuppi.
ore 21.00
Musica ed intrattenimento in Piazza con dj.
ore 23.00
Chiusura del Carnevale 2017 e arrivederci al Carnevale di Burano 2018.

Tutti gli anni il Carnevale di Burano viene realizzato grazie all'Associazione Non Solo Carnevale, che si impegna a coordinare anche le altre associazioni dell'isola.

Balli in Maschera e feste private

Se i balli in maschera e le feste private di Carnevale a Venezia vi intrigano, visitate la nostra sezione del sito dedicata alle feste in maschera per il Carnevale 2017 organizzate nei vari hotel e palazzi della città.

Il Carnevale di Venezia

Il Carnevale di Venezia nasce dalla necessità della Repubblica Serenissima di concedere ai ceti sociali più umili, un periodo dedicato al divertimento e ai festeggiamenti.

Le origini del Carnevale Veneziano sono antichissime, la prima testimonianza risale al 1094 in un documento del Doge Vitale Falier.

Il Carnevale di Venezia diventò una festa pubblica nel 1296, durava 6 settimane (dal 26 Dicembre al Mercoledì delle Ceneri) ma i festeggiamenti a volte cominciavano già ad Ottobre.

Le maschere e i costumi indossati dai veneziani e dai forestieri garantivano l'anonimato della persona e in questo modo non vi erano più distinzioni sociali, religiose e di sesso.
Dietro ad ogni maschera poteva nascondersi qualsiasi persona, uomo o donna, giovane o anziano, povero o ricco...

Durante il Carnevale in tutta Venezia regnava un clima di festa, musiche, balli sfrenati; era permessa anche la pubblica derisione delle autorità e dell'aristocrazia, mentre in tutto l'arco dell'anno i cittadini avevano regole e leggi molto severe.

Le attività e gli affari passavano in secondo piano, i Veneziani dedicavano molto del loro tempo ai festeggiamenti e agli spettacoli che venivano allestiti in tutta la città, nei Campi, in Piazza San Marco e lungo la Riva degli Schiavoni dove vi si trovavano giocolieri, acrobati, musicisti, danzatori, spettacoli con animali e dove i venditori ambulanti vendevano un pò di tutto: frutta di stagione, tessuti, spezie e cibi provenienti da paesi lontani, specialmente dall'oriente.

Ancora oggi, nel periodo che precede il Carnevale nella Riva degli Schiavoni ci sono le giostre.

Oltre alle manifestazioni nei luoghi aperti, si diffusero ben presto piccole rappresentazioni e spettacoli presso case private, nei teatri e nei caffè della città.
Cominciarono così anche ad essere organizzate le feste nei sontuosi Palazzi Veneziani con sfarzosi balli in maschera.

Nel XVIII secolo il Carnevale di Venezia raggiunge il suo massimo splendore diventando prestigioso in tutta Europa: Venezia in questo periodo dell'anno diventa un'ambita meta turistica e il Carnevale una vera e propria attrazione.

Purtroppo, sfruttando i travestimenti, i malintenzionati potevano compiere tutta una serie di reati come scippi, molestie, ruberie. Poichè non li si poteva riconoscere dietro alla maschera, sarebbero quindi rimasti impuniti.
Per questo motivo ben presto le autorità dovettero introdurre dei divieti e delle sanzioni contro l'abuso dei travestimenti:

  • il 22 febbraio 1339 venne vietato di circolare di notte in maschera per la città;
  • il 24 Gennaio 1458 venne proibito l'ingresso in maschera nei luoghi sacri;
  • venne proibito alle prostitute di esercitare la loro professione in maschera;
  • vennero proibiti larghi mantelli dove si potevano nascondere armi;
  • nel 1703 venne proibito di recarsi in maschera nelle sale da gioco;
  • nel 1776 venne proibito alle donne sposate di andare a teatro senza maschera;
  • nel 1797 infine, dopo la caduta della Serenissima a seguito dell'occupazione francese di Napoleone e poi austriaca, vennero proibiti i mascheramenti per il timore di ribellioni da parte della popolazione. Venne fatta eccezione per le feste private nei palazzi e per il Ballo della Cavalchina al Teatro della Fenice.

Di conseguenza le feste cominciarono a spegnersi a Venezia. Tuttavia nelle isole maggiori della Laguna, come Burano e Murano, i festeggiamenti di Carnevale proseguirono, mantenedo viva la tradizione.

Nel 1979 il Carnevale di Venezia risorse grazie all'iniziativa e all'impegno di alcune associazioni di cittadini e al contributo logistico ed economico del Comune di Venezia, del Teatro la Fenice, della Biennale di Venezia e degli enti turistici.

Le singole edizioni annuali del moderno Carnevale di Venezia vengono dedicate ad un tema di fondo, al quale ci si ispira per organizzare feste ed eventi culturali. Alcune edizioni sono state caratterizzate anche da gemellaggi con altre città italiane ed europee, publicizzando e richiamando migliaia di visitatori da tutto il mondo.

Con la prima edizione del nuovo Carnevale di Venezia si stabilisce la data dell'inizio dei festeggiamenti ufficiali in coincidenza con il sabato che precede il Giovedì Grasso ed il termine il Martedì Grasso, per una durata complessiva di undici giorni, non più sei settimane come un tempo.
In questi ultimi anni il Carnevale viene prolungato anticipandolo di una settimana ma la maggior parte degli appuntamenti e manifestazioni vengono organizzate nei classici 11 giorni.

Le feste vegono organizzate nei principali Campi di Venezia e nella maestosa Piazza San Marco mentre nei palazzi si organizzano feste private e balli in maschera.

La prima manifestazione affascinante del Carnevale di Venezia a cui partecipare si svolge il pomeriggio del primo sabato del Carnevale. Le ragazze più belle di Venezia, le dodici Marie (selezionate nelle settimane che precedono il Carnevale), vengono accompagnate da un corteo di damigelle, sbandieratori, musicisti e centinaia di altri figuranti in costume d'epoca, dalla chiesa di San Pietro di Castello a Piazza San Marco, tra una folla di maschere e di turisti.
Il giorno successivo, le damigelle sfilano di nuovo in Piazza San Marco in attesa della proclamazione ufficiale della vincitrice la "Maria dell'anno", la più bella tra le dodici, alla quale viene assegnato un premio.

L'apertura ufficiale del Carnevale di Venezia avviene la domenica che precede il Giovedì Grasso.

A mezzogiorno, in Piazza San Marco, si può assistere al Volo dell'Angelo detto anche Volo della Colombina.
Fino al 2000 un uccello, ovvero una colomba meccanica, scendeva su una corda dal Campanile di San Marco verso il Palazzo Ducale.
Dall'edizione del 2001, si è passati (come tradizione prevede) dal Volo della Colombina al Volo dell'Angelo cioè si è sostituita la Colombina meccanica con una persona in carne ed ossa (solitamente un'artista coraggiosa): arrivato circa a metà percorso, viene aperta una botola che libera sulla Piazza coriandoli e altri piccoli regalini.

Il Teatro e le Maschere Veneziane

Con il Carnevale, oltre alle feste organizzate nei Campi e nei Palazzi Veneziani, crebbero anche gli spettacoli mascherati organizzati nei teatri privati della città.

Gli eventi erano allestiti e finanziati dalle famiglie nobili ed eseguiti da veri professionisti della recitazione.
Questi spettacoli erano inizialmente riservati ad un pubblico ristretto di poche famiglie nobili, ma verso la metà del 1500 la richiesta di questo tipo di eventi aumentò e aprirono numerosi piccoli teatri rivolti anche ad un pubblico "popolare".

Verso l'inizio del Seicento si svilupparono vere e proprie attività legate al mondo della commedia teatrale, delle arti sceniche e dell'artigianato dei costumi e delle maschere.

Emersero numerosi e talentuosi autori teatrali, vennero aperte scuole e laboratori artigianali di maschere e costumi.

La definizione di Commedia dell'Arte nasce a Venezia nel 1750, quando Carlo Goldoni, drammaturgo e librettista, introduce Il Teatro Comico all'interno della sua commedia.

Grazie al Carnevale a Venezia quindi si sviluppò la creazione ed il commercio di maschere e costumi.

C'erano scuole vere e proprie dove si potevano imparare le tecniche della lavorazione della cartapesta, del gesso e della garza.
Nacque inoltre la figura del "mascarèr", artigiano di maschere, riconosciuto ufficialmente come mestiere con uno statuto del 10 aprile 1436, conservato nell'Archivio di Stato di Venezia.

Tra le maschere Veneziane più tipiche troviamo la Bauta, maschera indossata sia da uomini che da donne: è una maschera bianca denominata larva che viene portata sotto un cappello fatto a tricorno nero e completata da un avvolgente mantello scuro chiamato tabarro. La particolare forma di questa maschera sul volto assicurava la possibilità di bere e mangiare senza doverla mai togliere così da mantenere sempre l'anonimato.

Un altro costume tipico veneziano è la Gnaga, semplice travestimento da donna, usato soprattutto dagli uomini: si indossavano indumenti femminili di uso comune, un cestino con un gattino da portare al braccio e una maschera al volto a forma di gatta.
Il personaggio si atteggiava a donnina popolana o interpretava una balia, accompagnata da altri uomini vestiti da bambini.

Molte donne invece indossavano un travestimento chiamato Moretta o servetta muta: indossavano una piccola maschera di velluto scuro, retta sul volto tenendo in bocca un bottone interno (non potevano parlare altrimenti la maschera cadeva); veniva indossato anche un cappellino. Gli indumenti erano velati e raffinati.

Programma Carnevale di Venezia 2017

Dall'11 al 28 Febbraio 2017 torna il famosissimo Carnevale di Venezia, anche quest'anno coordinato dal direttore artistico Marco Maccapani, che punta sulla valorizzazione del territorio, delle sue arti, dei mestieri e delle tradizioni. In Piazza San Marco, accanto al grande palco sarà infatti possibile vedere dal vivo il lavoro artigianale di maestri vetrai, calzaturieri, costumisti, mascareri, squeraroli, maestri d'ascia e tantissimi altri artigiani.

Il programma del Carnevale di Venezia 2017 è molto ricco e offre tantissimi intrattenimenti e appuntamenti quotidiani, sia in Piazza San Marco, che in molte altre zone e Campi del centro storico.

Inoltre è possibile partecipare a delle esclusive feste private, negli storici Palazzi Veneziani e nei più eleganti Hotel di Venezia, dove vengono organizzati tantissimi balli in maschera.

Vi elenchiamo le principali e caratteristiche manifestazioni del Carnevale di Venezia 2017:

Sabato 11 Febbraio 2017 potrete assistere, lungo il Canale di Cannaregio, alla tradizionale Festa sull'acqua. Alle ore 18.00 e successivamente alle ore 20.00, il Canale si trasformerà in un palcoscenico, dove su delle strutture galleggianti, verrà organizzato un particolare spettacolo, animato da tante luci e suggestive esibizioni.

Domenica 12 Febbraio 2017 verrà organizzato lungo il Canal Grande, il corteo acqueo del Coordinamento delle Associazioni Remiere di Voga alla Veneta. All’arrivo delle barche saranno presenti degli stand eno-gastronomici a cura di A.E.P.E. che offriranno al pubblico cicheti, fritole, galani....e tanta musica.

Ore 11.00 inizio animazione sulla fondamenta del Rio di Cannaregio.

Dalle ore 12.00 percorsi enogastronomici della tradizione veneziana offerti da A.E.P.E.

Dalle ore 12.00 Corteo Acqueo delle Associazioni Remiere di Voga alla Veneta.

Sabato 18 Febbraio 2017 verso le 14.30 potrete assistere al tradizionale "corteo delle Marie". Una sfilata partirà da San Pietro di Castello, proseguendo per via Garibaldi e Riva degli Schiavoni, fino ad arrivare in Piazza San Marco, dove si terrà la presentazione ufficiale delle Marie. Dopo la presentazione, seguirà una grande festa dove potrete assistere ad una danza storica collettiva Veneziana, alla quale dovrete assolutamente partecipare!

Domenica 19 Febbraio 2017, alle ore 12.00, in Piazza San Marco, potrete assistere al Volo dell’Angelo che ufficializza l’apertura dei festeggiamenti del Carnevale di Venezia. A mezzogiorno, la Maria del Carnevale 2016 farà lo "svolo dal Campanil de San Marco".

Giovedì 23 Febbraio 2017 potrete partecipare alla Festa del Giovedì Grasso in Piazza San Marco e inoltre l'associazione Compagnia "L’Arte dei Mascareri" organizza la terza edizione della Ballata delle Maschere con 2 cortei.

Domenica 26 Febbraio 2017 alle ore 12.00 presso Piazza San Marco, potrete assistere al Volo dell’Aquila, un altro volo dal Campanile di San Marco, questa volta fatto da un ospite a sorpresa. Nel pomeriggio si svolgerà la premiazione del concorso "la Maschera più bella". Anche a Mestre si festeggia il Carnevale Veneziano e nello stesso giorno, si può assistere in Piazza Ferretto, al Volo dell’Asino, parodia del Volo dell'Angelo.

Lunedì 27 Febbraio 2017 ancora tantissimi festeggiamenti in Piazza San Marco e continua la sfilata dei finalisti del concorso per la maschera più bella.

Martedì "Grasso" 28 Febbraio 2017 il Carnevale di Venezia termina i festeggiamenti con la proclamazione della Maria vincitrice dell’edizione 2017. Verso le 17.00 il simbolo di Venezia, il Leone alato di San Marco, salirà sul campanile di San Marco (sottoforma di un telo con il leone dipinto) per volare sopra il pubblico presente in piazza.

Da sabato 18 a Domenica 26 Febbraio 2017 verranno organizzare due sfilate al giorno, che permetteranno al pubblico di ammirare i partecipanti e votare le maschere più belle. Solo i vincitori eletti tra giovedì grasso e sabato 25 febbraio accederanno alla finalissima di domenica 26.

Programma 2017 del Carnevale nella Terraferma Veneziana

Anche nella Terraferma Veneziana si festeggia il Carnevale. Con il Mestre Carnival Street Show decine di artisti e musicisti si esibiranno lungo alcune vie di Mestre e Piazza Ferretto. Ecco quando:

  • 18 febbraio 2017 dalle 15:30 alle 16:30
  • 19 febbraio 2017 dalle 15:30 alle 16:30
  • 25 febbraio 2017 dalle 15:30 alle 16:30
  • 26 febbraio 2017 dalle 15:30 alle 16:30
  • 27 febbraio 2017 dalle 15:30 alle 16:30
  • 28 febbraio 2017 dalle 15:30 alle 16:30

A Marghera, Sabato 25 Febbraio 2017 alle ore 15.00, si festeggia il Carnevale con una sfilata dei Carri Allegorici, lungo le vie della città.

A Zelarino si festeggia il Carnevale dei Ragazzi. Sabato 25 Febbraio presso il Centro Commerciale Polo, degli artisti intratterranno gli ospiti e si gusteranno i tipici dolci di Carnevale.

Martedì 28 Febbraio 2017 alle 14.30 potrete assistere alla sfilata dei carri allegorici.Verranno distribuiti galani e frittelle ed estratti i vincitori della lotteria di Carnevale.

Il Carnevale di Venezia vi aspetta, affrettatevi a prenotare e ad organizzare le vostre visite!

Tour a Burano e isole

Tour in barca a Burano Murano Torcello Venezia

Escursione a Murano, Burano e Torcello

Durata: circa 4 ore

Periodo: disponibile tutto l'anno!

Il tour delle isole di Murano, Burano e Torcello vi offrirà un piccolo assaggio dell'atmosfera senza tempo che si respira in questi luoghi, con una suggestiva escursione in barca nella laguna veneta, della durata di mezza giornata. Un modo piacevole ed economico per effettuare un'escursione a Burano, Murano e Torcello, partendo comodamente da Piazza San Marco. Per prenotare il tour di Burano e isole clicca sul pulsante qui sotto.


Escursione a Murano e Burano

Durata: circa 4/41/2 ore

Periodo: dal 1 Aprile al 31 Ottobre

Questa escursione in barca nella laguna veneta vi permetterà di concentrare le 4 ore a vostra disposizione per visitare Murano e Burano, le due isole più famose di Venezia. La soste sulle isole saranno di circa un'ora a Murano, dove potrete ammirare la lavorazione del vetro in una vetreria e di un'ora e mezza a Burano, dove potrete visitare un tipico negozio di merletti. Le visite ai suddetti luoghi saranno comunque facoltative e potrete scegliere voi come gestire la vostra visita alle isole. Anche questo tour parte da Piazza San Marco.


Di questa escursione esiste anche la versione con pranzo a base di pesce in un tipico ristorante di Burano:


Gli Angoli Segreti di Burano

Durata: 45 minuti

Un tour per visitare Burano con una guida che vi accompagnerà nei luoghi più belli dell'isola. Grazie a questa visita guidata a Burano, potrete ammirarne sia gli angoli famosi, sia gli scorci segreti che solo i buranelli conoscono.


Esiste anche un'alternativa di questo tour e cioè l'escursione di mezza giornata a Burano e San Francesco del Deserto.


Queste escursioni si svolgono a partire dall'isola di Burano, quindi è necessario recarsi sul posto con il traghetto della linea 12 ACTV.


Giro in gondola a Venezia

Durata: varie opzioni

Nella nostra sezione dedicata ai tour in gondola a Venezia, potrete prenotare direttamente online il giro in gondola che preferite, a partire da 31,00€. Se siete alla ricerca di una serata romantica a Venezia e indimenticabile, vi consigliamo il Redentore a Venezia in gondola privata, la Regata Storica in gondola privata, oppure la serenata in gondola.


Week end a Venezia

Pianifica il tuo week end a Venezia: fai un giro nella nostra sezione dedicata a musei, eventi, tour, attrazioni e hotel a Venezia e isole.
Componi online il tuo pacchetto vacanza a Venezia, aggiungendo al carrello i singoli servizi e prenotandoli tutti in una volta!

Tutti i servizi sono offerti da un tour operator veneto.

Artigianato Locale

negozio vetro di Murano

New Arte Fuga - Fabbrica Vetro al Lume

Via Giudecca, 132 - 30142 Burano (Venezia)

Il negozio New Arte Fuga a Burano, piccola fabbrica del vetro al lume, offre solo ed esclusivamente originali oggetti in vetro di Murano, di propria manifattura.

All'interno del negozio è possibile ammirare gratuitamente la "lavorazione del vetro al lume", tipica dei luoghi limitrofi a Murano.

Scarica il coupon per "New Arte Fuga" cliccando sul pulsante sottostante: mostrandolo in negozio avrai diritto ad uno sconto.

Dormire a Burano

Laguna Blu Bed and Breakfast a Burano

Bed and Breakfast a Burano

Calle Daffan, 379 - 30142 Burano

Prenota la tua camera a Burano, nel cuore della laguna di Venezia. Soggiorna direttamente nella tranquillità della Piazza Baldassarre Galuppi a Burano.

appartamenti case vacanza a burano

Appartamenti e case vacanza a Burano

Ti piacerebbe dormire a Burano in una tipica casetta colorata, un tempo abitata da pescatori e merlettaie?

Ti piace Burano?

Segui isoladiburano.it sui principali social network: notizie, eventi e mostre a Burano. Metti "mi piace" alle nostre pagine social e tieniti informato sugli hashtag #Burano, #isoladiburano, #Venezia, #Murano, #Mazzorbo e #Torcello . Oppure citaci nei tuoi post usando @isoladiburano.